Cerca nel blog

sabato 31 agosto 2013

Pacifisti: "Siria, c'è ancora spazio per la diplomazia"

Una guerra sull’orlo dello scoppio che già conosce i suoi primi scudi. L’attacco alla Siria sembra ormai imminente con gli Stati Uniti piuttosto orientati ad affrontare la tempesta senza l’ombrello internazionale purchè sia una corsa breve e non troppo impattante. Uno scenario bellico imminente che ha messo in moto le campagne di chi dissenta e lo fa con un orientamento bipartisan. Recente lo striscione vergato da Casapound contro la scelta di bombardare, mentre nell’orbita della sinistra già è attivissima la campagna del “No alla guerra in Siria”.
La convinzione, insomma, è che la margherita della diplomazia non sia ancora stata sfogliata tutta. Il petalo della pace, però, è dannatamente difficile da trovare. (a.c.)
Nel telegiornale di oggi l'intervista completa

1 commento:

  1. Pacifisti:

    chi credete che arretrerà da cattive intenzioni in una tenzone fra due individui di cui solo uno è palesemente armato e l’altro no?

    E come credete si possa difendere la pace se non si disponde delle armi sufficienti per inibire e fermare chi vuole le guerre?

    Bravi, perdenti a pagamento:

    avete indovinato!

    http://www.ilcittadinox.com/blog/si-vis-pacem-para-bellum.html

    Gustavo Gesualdo alias Il Cittadino X

    RispondiElimina